Cerca nel sito
Archivio Notizie    >    2017   >   CONVEGNO ASST PAPA GIOVANNI XXIII
CONVEGNO ASST PAPA GIOVANNI XXIII

Le problematiche cliniche delle fasi avanzate di malattia, sempre più complesse e articolate, comportano un approfondimento delle competenze condivise tra i clinici. La continuità di cura sembra potersi costruire meglio nella comprensione delle peculiarità che la cronicità avanzata pone, tanto sul piano della comunicazione che su quello della terapia e della tutela socio-assistenziale.

Tutto ciò in linea con le Raccomandazioni dal documento AIOM-SICP.

Il processo decisionale nel passaggio alle cure palliative presenta caratteristiche peculiari:

  • è condiviso con il paziente e con i familiari
  • è dinamico e progressivo 
  • coinvolge l'equipe multidisciplinare e multi professionale
  • necessita di contestualizzazione e flessibilità nel tempo

Nelle Cure Palliative Precoci Simultanee:

 

  • è importante l'integrazione tra gli operatori professionali coinvolti, con l'identificazione del referente del percorso di cura (case manager) per una strategia di cura univoca e condivisa;
  •  il consenso informato è un consenso progressivo che prevede la Pianificazione Anticipata delle Cure.